m
Categorie
Social:
HomeAspetti musicaliEffetto Mozart

Effetto Mozart

Forse, ma non più di quanto accadrebbe se ascoltaste la tracklist del vostro cantante preferito. Il cosiddetto “effetto Mozart” fu reso noto al grande pubblico nel 1993. In un articolo apparso su Nature un’equipe di neurobiologi dell’Università della California ad Irvine sosteneva che facendo ascoltare agli studenti 10 minuti di Sonata, i soggetti dimostravano un miglioramento nelle capacità di ragionamento spazio temporali. Sfruttando la risonanza mediatica dello studio, Don Campbell, un insegnante di musica del Texas, capitalizzò l’idea scrivendo un bestseller, The Mozart Effect (1997).

Nessun Commento

Lascia un commento